Cinofili

Pagina 

 

I nostri compagni, amici

Chien de Saint-Hubert o Cane di sant’Uberto a volte chiamato col nome inglese di bloodhound

Un cane molecolare non è solo un cane con un olfatto sviluppato, tra l’altro a meno di problemi fisici, tutti lo hanno, ma si tratta di un esemplare addestrato ad hoc, ancora diversamente dai cani che vengono utilizzati per la ricerca di persone. Ci sono razze più o meno adatte ma soprattutto una educazione particolare che permette a questo tipo di cani di fare “cose particolari”.

Il Chien de Saint-Hubert o Cane di sant’Uberto (a volte chiamato col nome inglese  bloodhound) è una razza canina di origine belga riconosciuta dalla FCI (Standard N. 84, Gruppo 6, Sezione 1, Sottosezione 1).

I cani di sant’Uberto hanno un fiuto eccezionale possedendo da 125 a 220 milioni di recettori olfattivi (molti di più dei recettori olfattivi nella media nei cani)[3][4][5] e fin dal medioevo vennero usati per la caccia, ma allora erano ben diversi da oggi, quando la razza appare troppo pesante e con pieghe eccessive della pelle del tutto antistoriche.

Il cane di sant’Uberto di oggi è un cane affettuosissimo, docile e ben disposto verso chiunque. È sicuramente il segugio più famoso al mondo.